Biografia

Architetto Giuseppe Meana (1949-2013)
Appassionato sin dalla giovinezza di arte e architettura e con un costante approccio solare e positivo verso la vita, Giuseppe Meana inizia presto a lavorare nell’azienda di famiglia, la ditta Pusterla, a Tradate. Si laurea in Architettura (nel 1974), senza mai lasciare il lavoro. Sin dalla giovinezza si distingue per intelligenza, onestà e generosità d’animo, doti che, accompagnate da un forte spirito imprenditoriale, gli hanno permesso di far crescere l’azienda “con saggezza”, trasformandola in una multinazionale con sedi in Francia, Inghilterra e Romania, specializzata in packaging cartaceo di lusso.
Sposato nel 1977 con Anna e padre di tre figli, Luca, Francesca e Matteo, si è sempre dedicato all’azienda e alla famiglia con grande passione, la stessa che ha poi riversato nella fotografia, scattando centinaia di immagini.
Viene ricordato da tutti anche per la spiccata sensibilità ambientale e il forte sentimento cristiano dimostrato sia nella vita aziendale, attraverso il costante sostegno del talento e l’aiuto concreto mai fatto mancare ai suoi dipendenti che considerava parte della famiglia, sia in privato dedicandosi ad attività senza scopo di lucro. Uno dei suoi ultimi impegni è stata la presidenza della Fondazione Velini che gestisce una Casa Famiglia rivolta agli anziani e disabili.

_FRA11291